FANDOM


Benvenuti nella Devopedia
L'enciclopedia delle medagliette devozionali

Finora sono 1.078 le medagliette recensite e 2.343 le immagini caricate.


Qui trovi links utilissimi
Qui trovi indicazioni bibliografiche

La medaglia devozionale

La medaglia devozionale, detta anche votiva, o portativa o di fede, o più comunemente medaglietta , è un oggetto metallico di piccole dimensioni, di forma piatta, formato da una lama piuttosto sottile e dotato nella parte superiore di un appiccagnolo, poiché era destinato a essere portato sul corpo come segno di devozione, di fede, di religiosità e di venerazione. Veniva attaccata al collo per mezzo di un nastro, una corda o di una catenella metallica passata nell'appiccagnolo, oppure fissata sull'abito o sul cappello mediante cuciture o spille in occasione di un pellegrinaggio ad un santuario o ad una basilica, per soddisfare un voto fatto o per corrispondere con una grazia ricevuta. Diffuso era anche l'uso funerario di porla nelle mani del defunto al momento della sepoltura o di lasciarla sul terreno in segno propiziatorio.

Veniva prodotta, a partire dal XV secolo, utilizzando metalli poveri: stagno, piombo, peltro, ottone, rame e bronzo, talvolta dorati o argentati, attraverso un lavoro di fusione o di coniazione. Raramente veniva utilizzato l'argento ed eccezionalmente l'oro. Dalla fine del 1800 si utilizza per lo più l'alluminio.

Spesso presenta i rilievi più o meno mancanti o consumati dall'uso e dalla conservazione.

Rappresenta sul dritto, e spesso anche sul suo rovescio, l'immagine di un personaggio sacro: Dio, Gesù, la Madonna, un angelo, le anime del purgatorio, un santo o un loro rappresentante sulla terra quale può essere un papa.

La medaglia devozionale simboleggia quindi per le persone attraverso un'immagine nota e facilmente identificabile, un potere o qualità umane eccezionali e quindi la sua vista, suscita nei fedeli un atteggiamento di fiducia, di speranza, di gioia, di preghiera, così come i sentimenti di disagio, di emulazione, di identità, di orgoglio, di dolore, ecc.

Per il credente è uno strumento con un significato denso in relazione alle idee e ai valori che professa. Di approssimazione insomma a quegli esseri che considera superiori e di quelli da cui spera aiuti materiali, benessere spirituale e protezione dinanzi alle avversità e alle calamità che la vita nella terra possono presentarsi a lui.

È un oggetto devozionale che però è andato in disuso a partire dall'ultimo terzo del secolo scorso, sia a livello di società in generale che nella Chiesa stessa.

La medaglietta della settimana

________________

Concorso miglior votiva 2018

________________

Vuoi collaborare a questo progetto?
  • Leggi le pagine di aiuto.
  • Tutti possono creare o modificare pagine, ma prendi in considerazione di registrarti su Wikia per avere maggiori strumenti di lavoro.
  • Incomincia ad allenarti in palestra
  • Quando hai acquistato un po' di manualità puoi affrontare l'avventura di inserire una tua devo.